Come installare Play Store

Play Store fa parte dei servizi Google normalmente preinstallati nella gran parte dei dispositivi mobili. Si tratta del negozio multimediale di applicazioni più fornito e completo, dove troviamo una vastissima gamma di applicazioni e contenuti, sia gratuiti che a pagamento.

Utilizzando Play Store possiamo scaricare sul nostro dispositivo ogni tipo di applicazione. Ma come rimediare se il nostro smartphone fa parte di quei dispositivi che non hanno Play Store preinstallato? Se vi trovate in questa situazione, non c’è bisogno di preoccuparsi. Esistono procedure che ci permettono di scaricare e installare Play Store. 

Perché il mio dispositivo Android non ha Play Store? 

Il vostro device funziona con un sistema operativo diverso da Android? Ecco, questo è uno dei casi in cui Play Store non si troverà preinstallato. Oppure il vostro smartphone Android potrebbe far parte di quei prodotti di fascia bassa o dedicati al mercato interno cinese.

Alcuni produttori non dispongono dei permessi per inserire direttamente Play Store e i servizi Google nei loro dispositivi, per motivi relativi alle licenze d’uso dei software. In entrambi i casi si può scaricare e quindi installare manualmente Play Store. Vediamo come procedere.

Come vedrete, le procedure che andremo a descrivere non sono particolarmente complesse ma occorre fare attenzione: si tratta comunque di passaggi delicati che non è il caso di prendere sotto gamba. Modificando i file di sistema, infatti, si potrebbero generare delle instabilità. Per evitare perdite di dati vi consigliamo di effettuare un backup di sicurezza prima di procedere!

Scaricare e installare Play Store

  • Scaricare PlayStore. 

    Play Store si presenta all’interno di un pacchetto di file APK. La release più recente si può trovare qui com.android.vending.playstore.apk. Play Store fa parte dei cosiddetti file di sistema, quindi dopo averlo scaricato sarà necessario integrarlo nel sistema operativo. Visto che non esiste una fonte ufficiale da cui scaricare Play Store, dovremo autorizzare il download e l’installazione di software da fonti sconosciute, tramite l’opportuna opzione del menù Impostazioni del nostro dispositivo.

  • Root del dispositivo. Con la procedura di root otteniamo il permesso di poter modificare i file di sistema. Normalmente non possiamo mettere le mani nei file del sistema operativo, ma in questo caso è proprio quello che dobbiamo fare. La procedura di sblocco dei permessi root non è la stessa per tutti i dispositivi, quindi è necessario ricercare quella specifica per il nostro smartphone/tablet e seguirla con molta attenzione.
  • Spostare i file .APK nella cartella delle applicazioni, semplicemente con un comando copia/incolla dalla cartella Download alla cartella System/Apps.

  • Attivare i permessi di root seguendo le seguenti indicazioni:
    • sull’icona del Play Store per Android selezionare Altro> Proprietà dal menu del file manager.
    • Selezionare Permessi>Modifica.
    • Spuntare le voci ProprietarioGruppo e Altro della colonna Lettura e la voce Proprietario della colonna Scrittura.
    • Selezionare OK.
    • Nel menu Proprietario selezionare Root.
  • Pigiando su Installa dopo aver avviato il pacchetto di file precedentemente scaricato, l’installazione è terminata. 

Una volta conclusa l’installazione (potrebbe essere necessario riavviare il dispositivo) comparirà sullo schermo l’icona di Play Store e potremo finalmente iniziare ad utilizzarlo.

Come dicevamo, esistono anche dispositivi con sistemi operativi diversi da Android. Anche in questi casi possiamo comunque scaricare Play Store e installarlo manualmente. Visto Le procedure variano a seconda dei dispositivi, la cosa migliore è seguire attentamente le indicazioni specifiche per il nostro. 

Se dopo aver concluso la procedura di installazione il programma non funziona correttamente, oppure il sistema operativo del telefono è diventato instabile, potrebbe essere che qualcosa è andato storto. Grazie al backup di sicurezza possiamo tornare alla configurazione precedente all’installazione di Play Store e riprovare. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *